Decreto banca dati biotestamento: ok dalle Regioni. Portiamo il Ministero davanti al TAR

Newsletter campagna Eutanasia Legale

Dalla Conferenza Stato-Regioni è arrivato il via libera al decreto istitutivo della Banca dati nazionale delle DAT. Con 13 mesi di ritardo, il Ministero della Salute non ha più scuse. Abbiamo fatto ricorso al TAR Lazio.

Dopo il parere favorevole arrivato dalla Conferenza Stato-Regioni al decreto del Ministero della Salute per la creazione della Banca dati nazionale sulle DAT, sono esauriti tutti i passaggi formali obbligatori per l’emanazione del decreto.

Nel frattempo sono saliti a 13 i mesi di ritardo accumulati dal Ministero della Salute che, secondo la legge di bilancio pluriennale 2018-2020, doveva emanare il decreto entro il 30 giugno 2018. Per questo, dopo aver diffidato il Ministero per l’inadempienza, siamo passati a un vero e proprio ricorso al TAR, con l’auspicio che il Ministro Grillo intervenga prima dei magistrati. Il ricorso, firmato dagli avvocati Filomena Gallo, Giulia Crivellini, Dario Capotorto e Corinna Fedeli, è stato assegnato alla Sezione Terza-quater del Tar Lazio e siamo in attesa della fissazione dell’udienza che potrebbe essere ricompresa nei prossimi mesi.

Nel frattempo, insieme a Mina Welby, Marco Perduca e Filomena Gallo, stiamo spronando i parlamentari a convocare in via straordinaria le Camere per dare una risposta alla Corte costituzionale prima dell’udienza del 24 settembre 2019.

Grazie all’aiuto di Giulia Bruzzone stiamo anche organizzando una grande manifestazione/concerto nazionale per raccogliere il popolo dei “Liberi fino alla fine” a Roma, nella piazza dei funerali di Piergiorgio Welby, in Piazza San Giovanni Bosco, il giorno giovedì 19 settembre 2019. Salva la data e non mancare!