Testamento biologico: nuovo passo avanti con la Banca dati nazionale!

  • Post Category:Articoli

Newsletter campagna Eutanasia Legale

Dalle manifestazioni, alle diffide, fino ai ricorsi al TAR. Dopo 17 mesi abbiamo finalmente ottenuto il decreto per l’istituzione della Banca dati nazionale dei testamenti biologici.

Sono serviti 17 mesi di iniziative continue per sollecitare il Ministero della Salute a fare il suo lavoro, ma il 17 gennaio 2020 è stato finalmente pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto n. 168 attraverso il quale si dà via libera all’istituzione della Banca dati nazionale per la registrazione delle DAT.

L’obiettivo della Banca dati è quello di raccogliere in un unico archivio digitale le copie delle DAT, di garantirne il tempestivo aggiornamento in caso di rinnovo, modifica o revoca e di assicurarne la piena accessibilità da parte del medico curante, del disponente e del fiduciario.

Sicuramente un grande passo in avanti per rendere pienamente operativa la legge sul biotestamento. Ciò che manca ancora è una vera e propria campagna informativa verso la cittadinanza e soprattutto verso i medici. Anche questo era ed è un obbligo di legge, al momento del tutto disatteso. Per questo come Associazione Luca Coscioni abbiamo lanciato un appello al Ministro Speranza che conta già quasi 10mila sottoscrizioni.