«Ferma da 40 anni, sono senza dignità» Oltre 700 sos all’associazione Coscioni

IL MATTINO - Dal 2002, l'associazione «Luca Coscioni» ha fatto da riferimento per la cosiddetta «disobbedienza civile». Matteo Mainardi è uno dei componenti della giunta dell'associazione ed esamina tutte le mail che arrivano in sede. Dice: «Dal marzo 2015 abbiamo ricevuto centinaia e centinaia di richieste di informazioni. Ne abbiamo aiutati tanti, rischiando, perché per l'articolo 580 del codice penale anche dare notizie su come è possibile scegliere la fine della vita viene considerato istigazione al suicidio».

0 Commenti

Ogni mese un lombardo va in Svizzera per uccidersi

IL GIORNO - «Sono 540 le persone che si sono rivolte a noi dal 2015 - spiega Matteo Mainardi, coordinatore della campagna per l'eutanasia legale dell'associazione Luca Coscioni - è il momento di una legge che tuteli il diritto dei malati terminali a una morte dignitosa, con il supporto di medici e psicologi».

0 Commenti

La dolce morte a puntate

Pagina99 - «Anche se non si hanno dati certi è stimato che almeno 300 italiani negli ultimi 5 anni si siano recati a morire qui», spiega Matteo Mainardi, coordinatore della campagna Eutanasia Legale promossa da Radicali Italiani e dall'associazione Luca Coscioni.

0 Commenti

Tempi stretti per la legge sul fine vita

Riforma.it - Matteo Mainardi, dell’Associazione Luca Coscioni, coordinatore del comitato Eutanasia Legale, racconta che finora «il Senato ha lavorato molto rapidamente: la legge era incardinata in Commissione Igiene e Sanità, quindi sta affrontando al momento tutto l’iter con un ostruzionismo evidente da parte dei pochi partiti contrari».

0 Commenti

Fine dei contenuti

Non ci sono più pagine da caricare